Come leggere la designazione del camino in acciaio - Parte 1

La designazione del camino è un’utilissima indicazione, presente su ogni singolo elemento, che ci permette di conoscere il livello prestazionale del prodotto che installiamo o mettiamo a capitolato.

Saper leggere la designazione ci permette di scegliere il prodotto adatto in ogni situazione. Per poter conoscere i livelli prestazionali del camino è necessario saper decifrare la designazione di prodotto, grazie al quale possiamo ottenere informazioni a proposito di:

1. Temperatura massima di utilizzo (Txxx)

2. La classe di pressione (N1, P1, P2, H1, H2)

3. Resistenza alla condensa (W, D)

4. Resistenza alla corrosione (V1, V2, V3, Vm)

5. Specifiche sul materiale utilizzato

6. Resistenza all’incendio da fuliggine e distanza dai materiali combustibili Gxx/Oxx

I primi tre punti li approfondiremo oggi, mentre agli ultimi tre dedicheremo un altro post che pubblicheremo successivamente.

Cenni normativi
La norma di riferimento per i camini metallici è la EN 1856-1:2009 “Chimneys - Requirements for metal chimneys - Part 1: System chimney product”; è bene ricordare che tale norma non è applicabile a camini strutturalmente indipendenti.

La lettura della designazione
Una stringa tipo potrebbe essere quella di Conix Duo T600-H1-W-V2-L50040-G(50); andiamo quindi ad analizzare nel dettaglio questa stringa.

 

1. Temperatura massima di utilizzo T600-H1-W-V2-L50040-G(50)
La prima voce è quella relativa alla temperatura massima di utilizzo: T600. Questo valore indica la massima temperatura di esercizio e può assumere valori da T80 (temperatura massima di esercizio di 80°C) a T600 (temperatura massima di esercizio di 600°C).

L’elemento Conix Duo che abbiamo preso in esame può essere utilizzato per evacuare fumi con una temperatura massima di esercizio di 600 gradi centigradi, mantenendo perfettamente anche a tale temperatura le sue caratteristiche di resistenza meccanica, tenuta, ed isolamento. Un prodotto che invece non presenti un valore di T600 non sarà idoneo a servire apparecchi che producono fumi ad alte temperature, come per esempio impianti di co-generazione o gruppi elettrogeni.

 

2. Classe di pressione T600-H1-W-V2-L50040-G(50)
Il valore relativo alla classe di pressione ci fornisce un’informazione molto importante sulla possibilità del camino in acciaio di essere utilizzato per evacuare fumi in pressione positiva. Esistono ben 5 classi di pressione:

N1 per funzionamento in depressione, con perdita massima consentita, alla pressione di prova di 40Pa, di 2 l/(s*m2). Installazioni esterne e interne.

P1 per funzionamento in pressione positiva, con perdita massima consentita, alla pressione di prova di 200Pa, di 0,006 l/(s*m2). Installazioni esterne e interne.

P2 per funzionamento in pressione positiva, con perdita massima consentita, alla pressione di prova di 200Pa, di 0,12 l/(s*m2). Installazioni esterne.

H1 per funzionamento in pressione positiva, con perdita massima consentita, alla pressione di prova di 5000Pa, di 0,006 l/(s*m2). Installazioni esterne e interne.

H2 per funzionamento in pressione positiva, con perdita massima consentita, alla pressione di prova di 5000Pa, di 0,12 l/(s*m2). Installazioni esterne.

Per installazioni interne è richiesta al camino una prestazione migliore, più performante, ovvero con perdite inferiori. Se ci troviamo a dover installare un camino all’interno di un cavedio (o di un'asola tecnica) dell’edificio dobbiamo considerare questa come installazione interna all’edificio, a meno che il cavedio non sia ventilato su tutta la sua altezza, ad esempio attraverso un'apertura alla base ed una in sommità.

La resistenza alle pressioni positive di molti prodotti è determinata dall’utilizzo di guarnizioni di tenuta in materiale siliconico, poste all'interno del giunto di connessione tra i vari elementi costituenti il camino. Poichè la tenuta ai fumi deve essere mantenuta e garantita nel tempo è quindi NECESSARIO sottoporre periodicamente il camino ad una prova di tenuta, secondo la cadenza prevista dalle norme vigenti, volta proprio a verificare lo stato di integrità delle sue guarnizioni.

Il nostro Conix Duo con classe di pressione H1, grazie al giunto conico, soddisfa i requisiti prestazionali più rigidi in materia di tenuta alla pressione. Conix sopporta infatti pressioni positive fino a 5000 Pa ed è indicato sia per installazioni interne che esterne, avendo una perdita massima (a 5000Pa) inferiore a 0,006 l/(s*m2).

 

3. Resistenza alla condensa T600-H1-W-V2-L50040-G(50)
La resistenza alla condensa ci indica, all’interno della stringa alfanumerica, la capacita del camino di lavorare anche ad umido o solo a secco. La resistenza alla condensa è una voce importantissima da tenere sott’occhio; qualsiasi camino asservito ad un impianto che produce condensa dei fumi (come per esempio una caldaia a condensazione) deve essere in grado di poter funzionare ad umido, cioè di impedire che i liquidi presenti al suo interno possano fuoriuscire e diffondersi alle murature circostanti. Se all’interno della stringa sarà presente il valore W (come nel caso dei nostri camini in acciaio) il camino potrà lavorare ad umido, ovvero anche in presenza di condensa; se invece la designazione riporta la lettera D il camino potrà lavorare solo a secco.

Sappiamo che Conix DUO è resistente ai prodotti della condensa perché possiamo facilmente identificare la dicitura W all’interno della stringa alfanumerica chiamata designazione di prodotto.

 

Il nostro percorso nell’approfondimento delle normative non si ferma qui, pubblicheremo presto la seconda parte della guida alla lettura della designazione di un camino in acciaio.

Tutte le News >

Contattaci


Newsletter Sfumature


Inserisci la tua mail per iscriverti gratuitamente alla newsletter Sfumature di Camini Wierer. Sarai sempre aggiornato sulle ultime novità di prodotto e le normative di settore. Sfumature, tutti i colori del fumo.